stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Raid in una scuola di Mazara: scritte razziste, documenti bruciati e aule a soqquadro
VANDALISMO

Raid in una scuola di Mazara: scritte razziste, documenti bruciati e aule a soqquadro

Mazara del Vallo, razzismo, scuola, Trapani, Cronaca
Foto archivio

Scritte razziste sono comparse stamattina sulle porte dei bagni della scuola dell’infanzia ed elementare «Rizzo-Marino», a Mazara del Vallo. Se ne sono accorti i bidelli. Con vernice nera, su una porta è stato scritto «sala negri», sull'altra «sala ebrei».

Su alcune pareti è comparso il nome «Giulia», mentre è stata messa a soqquadro un’aula, bruciati alcuni documenti e una tenda a piano terra. Al primo piano del plesso sono stati svuotati lungo i corridoi le polveri di due estintori. All’esterno dell’istituto, frequentato da 400 alunni, è presente il sistema di videosorveglianza del Comune ma non è funzionante.

«Già domani riapriremo il plesso - ha detto il dirigente scolastico Vito Lucio Nobile Fidanza - grazie alla collaborazione di tutto il personale abbiamo ripulito e sistemato le classi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X