stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Trapani, ok del Consiglio di Stato alla nomina di Maurizio Agnello a procuratore aggiunto
LA SENTENZA

Trapani, ok del Consiglio di Stato alla nomina di Maurizio Agnello a procuratore aggiunto

Maurizio Agnello, Trapani, Cronaca
Maurizio Agnello (a sinistra)

Il Consiglio di Stato ha confermato la nomina del magistrato Maurizio Agnello a procuratore aggiunto di Trapani. I giudici della quinta sezione hanno rigettato i ricorsi presentati dai colleghi Rossana Penna e Franco Belvisi, sostituti procuratori in servizio a Trapani, che che si erano opposti alla nomina di Agnello decisa dal Csm nel dicembre 2018.

Il magistrato - fino ad allora in servizio alla Dda di Palermo - si insediò nel febbraio 2019 e da maggio scorso è reggente della procura di Trapani, dopo il pensionamento dell’allora procuratore capo Alfredo Morvillo. Il Tar del Lazio lo scorso giugno aveva rigettato il ricorso presentato dai due magistrati, che all’esito del provvedimento si erano rivolti al Consiglio di Stato che ha nuovamente respinto il loro appello.

La sentenza - firmata dal presidente Giuseppe Severini, giudice estensore Elena Quadri - ha riconosciuto «l'infondatezza di tutti i motivi di censura» presentati dai magistrati Penna e Belvisi. Esperto in indagini antidroga, Agnello ha collaborato anche al blitz «Nuova cupola» sulle famiglie mafiose palermitane e anche alle indagini sulla cattura del latitante Matteo Messina Denaro. È autore di due gialli ed è in pubblicazione il terzo, tutti basati sul personaggio inventato di Fabio De Falco, magistrato pittoresco alla ricerca della ribalta.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X