stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Droga a Mazara, sequestro di beni da un milione di euro ad un noto spacciatore
TRIBUNALE

Droga a Mazara, sequestro di beni da un milione di euro ad un noto spacciatore

droga, Trapani, Cronaca

Aveva raccolto un tesoretto milionario con la sua attività di spaccio a Mazara del Vallo. Beni che gli sono stati sequestrati questa mattina dagli agenti della divisione anticrimine in base a un provvedimento emanato dal tribunale di Trapani.

"Perchè quello che ho avuto io facendo questo ma neanche se stai tutta una vita ad alzare conci", diceva Vito Ingrassetto, pregiudicato di Mazara, conosciuto come Vito «Puci» nel corso di una telefonata intercettata. Attivo nel settore dello spaccio di sostanze stupefacenti fin dal 2003.

Secondo quanto emerso dalle indagini, Ingrassetto, la cui carriera «criminale» cominciò all’età di 16 anni, «è tuttora imputato per i reati di occupazione abusiva di immobile, furto di energia elettrica, abusivismo edilizio e ricettazione».

In passato ha riportato «denunce e condanne soprattutto per violazioni in materia di stupefacenti ma anche per rapina e detenzione e porto illegale di armi e di oggetti atti da offendere».

I suoi affari con la droga ruotavano attorno popolare quartiere «Mazara Due», fiorente mercato di stupefacenti, in cui Ingrassetto aveva costruito «una rete di spacciatori in grado di rifornire numerosi tossicodipendenti locali e non, provenienti questi ultimi, in particolare, da Marsala, Castelvetrano e Campobello di Mazara, blindando le proprie piazze di spaccio con giovanissime sentinelle e installando sistemi di telecamere a circuito chiuso ed addirittura un drone».

«Alla crescita delinquenziale - spiegano gli agenti - negli anni è corrisposto un parallelo illecito arricchimento che gli ha consentito, partendo da uno stato di nulla tenenza, di accumulare beni mobili ed immobili ed addirittura di avviare un’attività di ristorazione intestandola alla di lui attuale compagna».

Tra i beni sequestrati vi sono tre Suv Porsche, un’Audi e una Range Rover, la pizzeria «lady Pizza» di Mazara, sette rapporti bancari e postali, cinque motociclette e diversi appartamenti, tra cui una villetta abusiva.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X