stampa
Dimensione testo
TRIBUNALE

Prostituzione ad Alcamo: due rinviati a giudizio

di
prostituzione, Trapani, Cronaca

Avrà inizio il prossimo 17 gennaio, col rito ordinario, il processo nei confronti di due alcamesi: una casalinga e il titolare di una struttura ricettiva imputati dei reati inerenti lo sfruttamento della prostituzione. La decisione del rinvio a giudizio è stata presa dal gip del tribunale di Trapani, Caterina Brignone a conclusione, da parte dei difensori, della discussione sulle questioni preliminari.

La donna, difesa dall'avvocato Maurizio Lo Presti, è imputata dei reati di induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Il titolare della struttura ricettiva, assistito dall'avvocato Vito Galbo, deve rispondere di favoreggiamento della prostituzione.

Le indagini, condotte dai carabinieri di Castellammare, scattarono un anno e mezzo fa dopo che una giovane donna, abitante nella cittadina del Golfo, consegnò ai Militari la registrazione di due conversazioni durante le quali la casalinga alcamese l'avrebbe invitata a rendersi disponibile per rapporti sessuali a pagamento allo scopo di potere condurre un tenore di vita migliore.

L'articolo completo nell'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X