stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Omicidio Rostagno, depone la compagna del boss di Campobello di Mazara

di
omicidio, Mauro Rostagno, Trapani, Cronaca
Mauro Rostagno

È proseguito ieri con l'audizione in videoconferenza di Giacoma Filippello compagna del defunto boss di Campobello di Mazara Natale l'Ala, ucciso nella guerra di mafia degli anni '90, il processo per falsa testimonianza che si celebra innanzi il Tribunale di Trapani, presidente Roberta Nodari, pubblico ministero Sara Morri. Accusa dalla quale si devono difendere 10 persone, testi nel processo di primo grado per l'omicidio di Mauro Rostagno.

La Filippello ha risposto alle domande dell'avvocato Giuseppe De Luca, legale di Beniamino Cannas, sottufficiale dell'arma che partecipò alle indagini per il delitto Rostagno.

Cannas è accusato di aver negato il vero «ed in particolare di aver riferito a Carla Rostagno (sorella di Mauro), nel corso di un colloquio con la stessa, di aver saputo dal fratello, poco prima che venisse ucciso, che lo stesso Rostagno aveva avuto un incontro con Natale L'Ala (mafioso e massone), dal quale era uscito sconvolto, in cui si era parlato delle vicende relative alla Loggia Scontrino di Trapani.

L’articolo nell’edizione di Trapani del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X