stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Castellammare, un centro per disabili psichici in una villa confiscata alla mafia

Una villa confiscata alla mafia diventa il centro diurno per disabili psichici intitolato a Francesca Morvillo, magistrato e moglie di Giovanni Falcone morta con lui ed i tre agenti della scorta Rocco Di Cillo, Vito Schifani e Antonio Montinaro nella strage di Capaci del 23 maggio 1992.

La struttura di contrada Bocca della Carrubba è stata affidata all'associazione «Sos autismo». Il simbolico taglio del nastro è avvenuto ieri mattina e dà avvio alla fase attuativa al progetto «Dopo di noi», gestito per l'appunto dall'associazione «Sos autismo» onlus.

Contestualmente, oltre alla consegna dell'immobile, è avvenuta anche l'intitolazione dell'immobile sotto la benedizione del sacerdote Ludovico Puma. Ad applaudire l'iniziativa anche il prefetto Tommaso Ricciardi, il procuratore Alfredo Morvillo, fratello di Francesca, e la presidente del tribunale di Trapani Daniela Troja.

L'articolo nell'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X