stampa
Dimensione testo
LA SENTENZA

Scandalo nella costruzione dell'ospedale Marsala, 5 milioni di risarcimento all'Asp

OSPEDALI, Aldo Fratelli, Franco Operti, Mariano Busetta, Michele Giglio, Paolo Carlo Parrinello, Paolo Pace, Trapani, Cronaca
L'ospedale di Marsala

Condannati a risarcire l'Asp di Trapani per costi "gonfiati" per realizzare l'ospedale di Marsala. I fatti risalgono al 1995 e coinvolgono due costruttori, un ex presidente dell’Usl di Marsala e i tre progettisti. Adesso la sentenza del giudice civile di Marsala Francesco Paolo Pizzo, provvisoriamente esecutiva anche nel caso in cui fosse impugnata per andare in appello, li obbliga a risarcire l’Asp di Trapani con quasi cinque milioni e mezzo di euro.

I sei condannati, quindi, entro dieci giorni dalla notifica della sentenza da parte del legale dell’Asp devono pagare altrimenti, potrebbero scattare i pignoramenti. A dover versare le ingenti somme (l'Asp ha intentato la causa civile dopo la conclusione del lungo processo penale) sono gli imprenditori edili Paolo Pace e Mariano Busetta, l’ex presidente dell’allora Usl 3 di Marsala Aldo Fratelli e tre tecnici progettisti dell’opera, gli ingegneri Paolo Carlo Parrinello e Michele Giglio e l’architetto Franco Operti.

Tutti, in solido, devono versare all’Asp di Trapani ben quattro milioni e 990 mila euro. Giglio e Operti, inoltre, sempre in solido, altri 390 mila. I condannati devono, inoltre, pagare anche le spese legali all’Asp: 70 mila euro.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X