stampa
Dimensione testo
IL PROCESSO

Messina Denaro e la "fuga di notizie", l'appuntato: " Eseguito ordini del superiore"

L'appuntato dei carabinieri Giuseppe Barcellona, imputato per una "fuga di notizie" con un altro militare dell'Arma, il tenente colonnello Marco Alfio Zappalà, in un procedimento della Dda di Palermo che vede coinvolto anche l'ex sindaco dc di Castelvetrano Antonio Vaccarino, ha ribadito davanti al gup di Palermo di aver "soltanto  eseguito gli ordini di un mio superiore".

Alla Compagnia di Castelvetrano, Barcellona si occupava della trascrizione di intercettazioni telefoniche e ambientali. È accusato, come riporta Antonio Pizzo in un articolo del Giornale di Sicilia in edicola, di "accesso abusivo a un sistema informatico" e "rivelazione di segreti d'ufficio" per aver inviato a Zappalà, "su istigazione" di quest'ultimo, alcuni screenshot di conversazioni captate in un'intercettazione ambientale tra Sebastiano Parrino e Ciro Pellegrino, sottoposti ad indagine nell'ambito delle ricerche del latitante Matteo Messina Denaro.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X