stampa
Dimensione testo
CARABINIERI

Maltrattava la compagna, tunisino di Mazara tenta di sfuggire all'arresto

di

Maltrattamenti in famiglia, furto, tentata estorsione, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. Queste le accuse a carico di un 30enne tunisino residente a Mazara del Vallo, disoccupato e con precedenti, arrestato dai carabinieri di Mazara.

Concluse le indagini a seguito della denuncia della convivente nonché vittima del tunisino, gli arresti domiciliari a cui era stato posto il giovane erano state commutate in pena detentiva. Dunque, al fine di espletare le formalità di rito e rendere esecutivo il provvedimento, l’uomo è stato accompagnato presso gli uffici della Compagnia di Mazara del Vallo.

Improvvisamente però, senza un apparente motivo il giovane è andato in escandescenza, danneggiando con una testata e con un pugno il vetro della finestra della stanza nella quale si trovava e che è andata inevitabilmente in frantumi.

I militari presenti hanno riportato immediatamente la calma anche se uno degli intervenuti ha riportato graffi ed escoriazioni. Dopo essere stato accuratamente visitato e medicato alla mano con cui aveva sferrato il pugno alla finestra dal personale del 118, il tunisino è stato trasferito presso la casa circondariale di Trapani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X