stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Raid al comune di Petrosino, danni a porte e finestre

di

Sette anni nel mirino. Sono quelli che il sindaco Gaspare Giacalone ha trascorso a capo della locale amministrazione comunale. Anni costellati da pesanti minacce e intimidazioni. Diverse le lettere anonime, qualcuna contenente anche dei proiettili, ma anche due colpi di fucile ad aria compressa, la sera del 4 ottobre 2016, contro la finestra dell'ufficio del primo cittadino.

L'ultimo capitolo di questo stillicidio è stato il raid vandalico della scorsa notte all'interno del Municipio, dove è stata divelta la porta dell'ufficio del primo cittadino e fracassato il vetro della finestra dalla quale è entrato, nonostante le grate in ferro, l'autore (o gli autori) del gesto.

A divulgare la notizia, ieri, è stato lo stesso sindaco Giacalone, con un post e foto sul suo profilo facebook. «Questa notte abbiamo avuto visite - ha scritto il primo cittadino - Nelle nostre stanze e altri uffici comunali. Proprio oggi sono esattamente 7 anni che faccio il sindaco e non mi abituerò mai a questi episodi. Piuttosto continuo a battermi e sognare di vivere in una terra normale».

L'articolo nell'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X