stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Controversie tributarie, ad Erice sì alla definizione agevolata

di

Entro maggio, i cittadini di Erice che abbiano in corso delle controversie tributarie pendenti con il Comune potranno definirle in maniera agevolata. È stato approvato dal consiglio comunale della Vetta, infatti, il nuovo Regolamento per la definizione delle controversie, un documento che fissa i termini delle agevolazioni e, appunto, al prossimo 31 maggio quello per la presentazione della relativa domanda. In qualche fattispecie, però, l'imposta dovuta rimane dell'importo del 100%.

È il caso dei ricorsi pendenti in primo grado notificati entro il 24 ottobre 2018 o di quelli in cui il contribuente risulti soccombente nella denuncia non cautelare.

Nel caso di ricorso per il quale è avvenuta la costituzione in Commissione tributaria provinciale entro la stessa data del 24 ottobre 2018, l'importo scende al 90% e al 40% qualora, con sentenza di primo grado, il Comune sia stato ritenuto soccombente. Ovviamente si dovrà pagare il 100% se l'Ente locale sia stato vittorioso, ma se lo sia risultato parzialmente, l'importo sarà del 40% per la parte in cui sia stato ritenuto soccombente, del 100% per la restante.

L'articolo nell'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X