stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Alcamo, ubriaco semina il panico al pronto soccorso

di

Ha provocato panico all'interno del Pronto Soccorso del nosocomio alcamese disturbando in piena notte, con molestie verbali, pazienti e medici. In stato di alterazione psicofisica essendo probabilmente ubriaco, infatti, si è messo ad urlare e ha reso necessario il pronto intervento dei Carabinieri di Alcamo.

Si è quindi scagliato anche contro i militari dell'Arma ed è scattato nei suoi confronti l'immediato arresto, che gli ha nuovamente spalancato le porte del carcere “San Giuliano” di Trapani.

Protagonista della vicenda è Alì Tunisi, marocchino di 43 anni, senza fissa dimora e disoccupato, già noto alle Forze dell'ordine poiché già nel 2014 era stato incarcerato con la grave accusa di aver commesso violenza sessuale su un ragazzino che, allora, aveva appena undici anni. A poco, probabilmente, è valsa l'esperienza di essere incorso in quel precedente arresto e nel carcere, perché evidentemente l'individuo, tornato in libertà, si è dimostrato ancora mentalmente instabile. L'episodio più recente risale alla notte tra giovedì e venerdì scorsi.

L’articolo nell’edizione di Trapani del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X