DA GDS IN EDICOLA

Castelvetrano, annullò la multa a un collega, assolta: "Non è un reato"
 

di

«Il fatto non costituisce reato». Con questa formula, ieri, il giudice delle udienze preliminari di Marsala Francesco Parrinello ha assolto dall'accusa di abuso d'ufficio il vice comandante della polizia municipale di Castelvetrano, Rosaria Raccuglia, e il commissario dello stesso Corpo, Tommaso Inzirillo.

Al centro della vicenda giudiziaria c'era una multa per divieto di sosta subìta da quest'ultimo e poi annullata dalla Raccuglia a seguito di un'istanza presentata dal multato, che ha addotto lo «stato di necessità». Nell'agosto 2017, infatti, il commissario Inzirillo aveva parcheggiato, per alcuni minuti, la sua auto nel «sistema delle piazze» di Castelvetrano per andare in farmacia (era quella di turno) a comprare dei medicinali per la suocera. In auto, erano rimaste alcune persone.

Ma proprio nel frangente in cui Inzirillo era in farmacia passò il comandante della polizia municipale castelvetranese, Vincenzo Bucca, che sanzionò sia il vigile, che altri due automobilisti che aveno lascito i loro mezzi nella stessa piazza.

L’articolo nell’edizione di Trapani del Giornale di Sicilia

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X