stampa
Dimensione testo
CHIESA DI SANTA LUCIA

Castelvetrano, in chiesa un presepe provocatorio

di
presepe castelvetrano, Trapani, Cronaca

Un presepe «provocatorio», quello realizzato dal Don Meli nella Chiesa di Santa Lucia a Castelvetrano, dove al posto del Bambin Gesù, nella culla campeggia un bigliettino con la scritta: «decreto sicurezza», mentre al posto di un pastorello un’altra frase: «Per la mia sicurezza sono espatriato».

Cosi come Gesù, Giuseppe e Maria fuggirono da chi li perseguitava, destinatario dell'immagine è il «persecutore» identificato nel ministro Salvini che, con il Decreto sicurezza, darebbe secondo Don Meli un schiaffo ai principi cardine di integrazione e accoglienza alla base della società civile.

Don Meli, schierandosi sempre a favore delle politiche di accoglienza, ha per questo, in una sorta di messaggio indiretto di protesta, deciso di offrire un bambinello Gesù dalla pelle nera. Il piccolo Gesù è stato collocato in una posizione differente della Chiesa rispetto alla sua classica culla.

L'articolo nell'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X