stampa
Dimensione testo
TRIBUNALE

Marsala, assolto un avvocato: era accusato di minacce

Minacce nell’ambito di discussioni e contrasti sorti nella liquidazione di una società: questa l'accusa scattata nel 2013 ai danni di un avvocato. A denunciarlo, era stato un dottore in Agraria (V.Z.), che nel processo si è costituito parte civile con l’assistenza legale di Roberta Tranchida.

Adesso, però, l’avvocato marsalese Antonino Arangio, 70 anni, noto anche come membro della Commissione tributaria provinciale di Trapani, è stato assolto. A pronunciare la sentenza, su richiesta dello stesso pm, è stato il giudice di pace Caterina Tumbiolo. Inizialmente, nello stesso procedimento, sempre sulla base della stessa querela, era stata indagata per ingiuria (secondo l’accusa, avrebbe apostrofato V.Z. come “pecoraio”) anche la moglie di Arangio, Elvira Mariangela Giulietta Romeo, 61 anche, anche lei avvocato.

La versione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione del Giornale di Sicilia - edizione di Trapani.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X