stampa
Dimensione testo
TRIBUNALE

Minacciò un dipendente, condannato il sindaco di Pantelleria

PANTELLERIA. Il sindaco di Pantelleria, Salvatore Gino Gabriele, è stato condannato dal giudice monocratico di Marsala Vito Marcello Saladino al pagamento di una multa di 500 euro (pena sospesa) per minaccia a un dipendente comunale, il geometra Maurizio Francesco Barraco, che a seguito di una indagine della sezione di pg della Guardia di finanza della Procura di Marsala, dopo un sopralluogo, firmò la relazione tecnica che fece finire il primo cittadino dell’isola sotto processo, assieme ai suoi due fratelli, per abusivismo edilizio.

Un processo, quest’ultimo, che a fine ottobre 2016 si è concluso per «improcedibilità» a seguito del sopravvenuto rilascio del nulla osta della Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali di Trapani e della concessione edilizia in sanatoria. Il giudice Saladino ha condannato, inoltre, il sindaco Gabriele al pagamento di un risarcimento danni di 2 mila euro in favore del geometra Barraco, costituitosi parte civile.

Gabriele è stato, invece, assolto dall’accusa di lesioni personali per lo stato di «agitazione psicomotoria» provocato al dipendente comunale. Infine, essendo stato, nel frattempo, depenalizzato il reato di ingiuria, anche per questo capo d’imputazione il giudice ha sentenziato l'assoluzione. Il dipendente, però, potrà fare causa civile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X