stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca La morte del piccolo Andrea, superperizia per stabilire le responsabilità
LA TRAGEDIA

La morte del piccolo Andrea, superperizia per stabilire le responsabilità

di

MARSALA. La costituzione di parte civile dei genitori del piccolo Andrea Mistretta, morto a soli tre anni, dopo quattro giorni di agonia, il 13 aprile 2016, all’ospedale “Villa Sofia” di Palermo, per un trauma cranico con emorragia cerebrale, è stato il primo atto dell’udienza preliminare davanti al gup Annalisa Amato per decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio, per omicidio colposo, avanzata dal pm Anna Sessa per il 57enne pediatra marsalese Antonino Parrinello.

A rappresentare i genitori dello sfortunato bambino (Fabrizio Mistretta e Manuela Monteleone) sono gli avvocati Alessandro Casano e Gaspare La Grassa. La loro richiesta è stata ammessa dal Gup. Hanno chiesto, poi, di costituirsi parte civile, con l’avvocato Giovanni Crimi, anche le associazioni Codici onlus.

Ma a questa richiesta si sono opposti gli avvocati difensori Stefano Pellegrino e Stefano Venuti Pellegrino, sostenendo la “mancanza di interesse diretto” di Codici al risarcimento del danno e “l’inefficacia del consenso dei genitori del piccolo Andrea prestato agli enti stessi perché si costituissero”.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X