stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Valle del Belice, la ricostruzione infinita vale 350 milioni
TERREMOTO

Valle del Belice, la ricostruzione infinita vale 350 milioni

di

TRAPANI. Quello che il prossimo 15 gennaio la Valle del Belice si accinge a commemorare sarà un anniversario amaro. Triste. Del terremoto del 1968 rimangono i ricordi, le ferite, i lutti e una pagina ancora non chiusa, quella della ricostruzione.

Un interminabile capitolo che stenta a chiudersi: da un lato i Comuni che pretendono gli ultimi milioni di euro per completare opere pubbliche e somme da destinare all’edilizia privata e, dall’altro, le casse magre dello Stato.

Un braccio di ferro durato decenni e per tante campagne elettorali. Le visite istituzionali sul territorio hanno richiamato l’attenzione nazionale sulla «questione Belice»: dapprima Fausto Bertinotti, presidente della Camera, poi Giorgio Napolitano da presidente della Repubblica. Dai territori feriti e ricostruiti si è levato, in quelle occasioni, l’appello a far presto per completare la ricostruzione. Ogni passo che si è fatto è sembrato una maratona.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X