stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Estorsione e furto: un arresto a Trapani
CARABINIERI

Estorsione e furto: un arresto a Trapani

di

TRAPANI. Doveva scontare una condanna ad un anno e 8 mesi di reclusione per i reati di estorsione, furto in abitazione e tentato furto aggravato.

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Trapani hanno, pertanto, tratto in arresto Giuseppe Felice Beninati, classe 1997, il giovane trapanese che era salito agli onori della cronaca per essere stato indicato come l’autore della sparatoria avvenuta nella tarda sera dello scorso 14 ottobre nel quartiere Sant’Alberto.

Giuseppe Felice Beninati, residente a Trapani ma di fatto domiciliato nella frazione di Pizzolungo di Erice, era già sottoposto alla misura coercitiva degli arresti domiciliari. Per lui si sono aperte le porte del carcere in ottemperanza dell’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Palermo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X