stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Posto di lavoro in cambio del voto", a giudizio consigliere di Marsala
PARTITO DEMOCRATICO

"Posto di lavoro in cambio del voto", a giudizio consigliere di Marsala

Secondo l'accusa, Vito Cimiotta, avrebbe promesso un posto di lavoro nel bar dell'ospedale «Paolo Borsellino» di Marsala a due disoccupati in cambio di voti

MARSALA. Voto di scambio è il reato contestato a un consigliere comunale del Partito democratico di Marsala, Vito Daniele Cimiotta, 31 anni, avvocato penalista, per il quale la Procura ha disposto la citazione diretta a giudizio: il processo senza passare dall'udienza preliminare.

Secondo l'accusa, Cimiotta, eletto con 587 preferenze alle ultime amministrative dello scorso maggio/giugno (culminate al ballottaggio nell'elezione a sindaco di Alberto Di Girolamo, che del Pd è anche segretario cittadino), avrebbe promesso un posto di lavoro nel bar dell'ospedale «Paolo Borsellino» di Marsala a due disoccupati in cambio di voti per sè e per il candidato sindaco Di Girolamo, che comunque è risultato all'oscuro del contestato accordo.

L'indagine è stata svolta dalla sezione di pg della Guardia di finanza della di Marsala.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X