stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Beni sequestrati all’ex vescovo di Trapani: depositata consulenza
PROCURA

Beni sequestrati all’ex vescovo di Trapani: depositata consulenza

di

TRAPANI. Depositata la consulenza sui beni sequestrati all’ex vescovo di Trapani, Francesco Miccichè, accusato di appropriazione indebita e malversazione di fondi pubblici: quelli dell’8 per mille.

Richiesta dalla Procura, è stata eseguita dal professore Mauro Sebastianelli e da don Giuseppe Randazzo chiamati a stimare il patrimonio sottratto all’ex capo della chiesa trapanese al centro dell’inchiesta sulla Curia caratterizzata da ribaltamenti e colpi di scena. Lo stesso Miccichè è passato da grande accusatore ad accusato. Il contenuto della consulenza per il momento è ricoperto dal massimo riserbo.

Una fontana in marmo, un’anfora greca di inestimabile valore, un pianoforte, oggetti in avorio e crocifissi su base lignea, con superficie intarsiata di coralli: il tesoro sequestrato, assieme a titoli di credito per cifre a sei zeri, nell’ambito dell’inchiesta della Procura trapanese.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X