stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Trapani, intestazione fittizia di beni: chieste 3 condanne
TRIBUNALE

Trapani, intestazione fittizia di beni: chieste 3 condanne

TRAPANI. La Procura di Trapani ha chiesto  la condanna a 3 anni e 6 mesi di reclusione per l'imprenditore  agricolo Michele Mazzara, di Paceco, per intestazione fittizia  di beni, che in passato aveva patteggiato una pena per  favoreggiamento al boss latitante Matteo Messina Denaro.

Nell'ambito dello stesso processo, con la medesima accusa, il pm  ha sollecitato al Tribunale le condanne per i coniugi Francesco  Spezia (3 anni e 6 mesi) e Antonella Agosta (3 anni), entrambi  di Buseto Palizzolo: sarebbero stati intestatari di società di  fatto gestite da Mazzara.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X