stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Processo alle cosche trapanesi, inflitte condanne in appello
MAFIA

Processo alle cosche trapanesi, inflitte condanne in appello

PALERMO. La corte d'appello di Palermo ha condannato a 12 anni e 6 mesi Giovanni Filardo, accusato di associazione mafiosa nell'ambito del processo scaturito dall'operazione Golem 2 alle cosche trapanesi. In primo grado Filardo era stato assolto. Confermate le condanne agli altri imputati tra cui il boss latitante Matteo Messina Denaro, condannato a 10 anni per la partecipazione all'associazione mafiosa dal 2008 al 2009: per il periodo precedente c'era a carico del boss una condanna passata in giudicato a 20 anni.

A 14 anni e 6 mesi era stato condannato l'imprenditore Giovanni Risalvato. Dieci anni la pena inflitta a Vincenzo Panicola, cognato di Messina Denaro, 12 a Maurizio Arimondi, 13 a Tonino Catania e a Lorenzo Catalanotto, 4 a Marco Manzo, 2 anni e 3 mesi a Nicolò Nicolosi. Rigettato il ricorso della Procura generale per Leonardo Ippolito e Calogero Cangemi, che erano stati assolti in primo grado.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X