stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Lesioni e omicidio colposo", chiesto il rinvio a giudizio per tre medici di Marsala
TRIBUNALE

"Lesioni e omicidio colposo", chiesto il rinvio a giudizio per tre medici di Marsala

MARSALA. La Procura di Marsala ha  chiesto il rinvio a giudizio di un medico del 118, Pietro  Valenti, 59 anni, accusato di omicidio colposo, e di due suoi  colleghi dell'ospedale «Abele Ajello» di Mazara del Vallo (Tp),  Maria Assunta Canino, di 51 anni, e Francesco Quattrocchi, di  64, che devono rispondere di lesioni personali colpose  aggravate.

Agli ultimi due, rispettivamente di turno al reparto  di Pneumologia e al Pronto soccorso dell'ospedale di Mazara del  Vallo il 9 settembre 2010, si contesta di aver provocato, per  «negligenza, imprudenza e imperizia, nonchè inosservanza delle  regole medico chirurgiche», lo stato di coma a un paziente   trasportato al nosocomio perchè non riusciva quasi più a  respirare in quanto il ventilatore domiciliare era andato in  tilt a causa una temporanea interruzione dell'energia elettrica.  A fronte delle persistenti difficoltà respiratorie, secondo  l'accusa, i due medici non avrebbero proceduto «alla  disostruzione della cannula tracheostomica, perseguendo l'errata  ipotesi che ricollegava i disturbi respiratori al  malfunzionamento del ventilatore». Il prossimo 7 ottobre,  davanti al Gup di Marsala, si terrà la prima udienza preliminare  per decidere sulle tre richieste di rinvio a giudizio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X