stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Salemi, indagato l'ex deputato Giammarinaro per appropriazione indebita
PROCURA

Salemi, indagato l'ex deputato Giammarinaro per appropriazione indebita

di
Sarebbe stato «amministratore di fatto» di alcuni centri medici e gli altri amministratori solo dal punto di vista formale

SALEMI. Appropriazione indebita aggravata in concorso è il reato contestato dalla Procura di Marsala che ha appena notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari a Pino Giammarinaro, ex deputato ARS, e ad altre cinque persone, tra cui anche la moglie del noto politico 69enne di Salemi, ossia la signora Giovanna Calistro, di 57 anni. Secondo l’accusa – indagini effettuate dalla sezione di pg della Guardia di Finanza presso la Procura di Marsala coordinata dal Procuratore capo Alberto Di Pisa e dal sostituto procuratore Nicola Scalabrini –, Giammarinaro sarebbe stato “amministratore di fatto” di alcuni centri medici e gli altri amministratori solo dal punto di vista formale, soci o dipendenti.

L’accusa è stata mossa nei confronti di Giammarinaro, della moglie e di altre quattro persone: Antonio Maniscalco, di 52 anni, Giuseppe Angelo, di 37, Fabrizio Chianetta, di 44, tutti di Salemi, e Antonio Inzirillo, di 48 anni, avvocato gibellinese. La somma contestata, e dunque oggetto dell’appropriazione indebita, ammonterebbe ad oltre un milione e 200 mila euro, e sarebbe stata prelevata dalle casse di centri medici e di fisiokinesiterapia.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X