stampa
Dimensione testo
IL VERDETTO

Ipab, a Marsala condannati ex direttrice e bidello per violenza sessuale

di
Gli imputati accusati di violenza sessuale continuata e aggravata in danno di una minorenne che frequentava l’istituto assistenziale Rubino

MARSALA. Il Tribunale collegiale di Marsala ha condannato Giuseppa Signorelli a dieci anni di reclusione e Vincenzo Galfano a nove anni. Entrambi sono stati accusati di “violenza sessuale continuata e aggravata in danno di una minorenne”. A pronunciare la sentenza è stato il presidente del collegio giudicante Sergio Gulotta (giudici a latere Iole Moricca e Tommaso Pierini) innanzi al quale è stato celebrato il processo a carico dei due che all’epoca erano dipendenti dell’istituto assistenziale Rubino.

Giuseppa Signorelli, 50 anni, e Vincenzo Galfano, di 48, prestavano servizio all’interno della IPAB. Immediata la replica dei legali: “Accettiamo con serenità la sentenza del Tribunale – hanno detto gli avvocati Stefano Pellegrino e Roberta Piccione, difensori di Signorelli e Galfano – pur rimanendo convinti dell’estraneità degli imputati ai gravi fatti contestati e auspicando l’esito favorevole del processo avanti il giudice di Appello. Riteniamo infatti di dover impugnare la sentenza perché riteniamo ci siano contraddizioni e inverosimiglianze nel racconto della persona offesa”. Il Tribunale ha anche disposto sia per Giuseppa Signorelli che per Vincenzo Galfano l’interdizione perpetua dai pubblici uffici, dalle scuole e dai luoghi frequentati da minori. È stato stabilito anche un risarcimento danni di 60mila euro, in via provvisionale in favore delle parti civili.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X