stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Abuso e falso, assolti l'ex sindaco di Alcamo e il segretario comunale
SENTENZA

Abuso e falso, assolti l'ex sindaco di Alcamo e il segretario comunale

di
La vicenda riguardava l’affidamento di incarico ad esperti. Il verdetto della Corte di Palermo: «Il fatto non sussiste»

ALCAMO. Assolti, in appello, con l’ampia formula «perché il fatto non sussiste», l’ex sindaco di Alcamo, Giacomo Scala, e il segretario generale del Comune, Cristoforo Ricupati, dalle accuse di abuso d’ufficio e falso, in relazione alla nomina di alcuni esperti, per le quali, in primo grado di giudizio, erano stati condannati, rispettivamente ad un anno e due mesi ed ad un anno, con la condizionale.

La sentenza della Corte di Appello di Palermo ribalta, dunque, quella emessa nel marzo dello scorso anno dal Tribunale di Trapani che aveva anche riconosciuto il diritto al risarcimento del danno del Comune di Alcamo che si era costituito parte civile tramite l’avvocato Giovannella Mistretta. In appello, Scala e Ricupati sono stati assistiti dagli avvocati Pietro Riggi e Nino Mormino, del Foro di Palermo, Enzo Catanzaro e Francesco Galati che hanno ribadito la legittimità dei provvedimenti che riguardavano gli incarichi di esperto affidati a Giuseppe Pipitone, Antonio Fundarò e Liborio Ciacio.

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI TRAPANI DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X