stampa
Dimensione testo
MICROCRIMINALITA'

Erice, l’incanto è finito: 43 furti in due anni, ora il borgo ha paura

di
L’ultimo «colpo» è stato messo a segno nell’appartamento di una donna. I responsabili dell’incursione hanno fatto man bassa di oggetti in oro

ERICE. Erice in balia dei ladri. Un furto dietro l’altro: 43, negli ultimi due anni, quelli accertati. Tutti messi a segno con le stesse modalità e con la consapevolezza di poterla fare franca. E così, finora, è stato. I ladri sanno chi colpire e come colpire, restando impuniti e, quindi, pronti ad una nuova scorribanda. Ad agire quella che ormai è definita la «Banda del terrazzo» per il suo «modus operandi».

Per entrare nelle case da svaligiare, infatti, i componenti della gang, ancora senza volto nè nome, passano dal terrazzo. L’ultimo «colpo» è stato perpetrato la scorsa settimana. Nel mirino l’appartamento di una donna. Approfittando dell’assenza della proprietaria i ladri, calandosi dal terrazzo, sono entrati nell’immobile, facendo man bassa di oggetti in oro. Poi la fuga con il bottino ancora da quintificare. La malcapitata ha sporto denuncia. Nell’antico borgo adesso è allarme. Commercianti e residenti, però, non ci stanno e stanchi di convivere con la paura di ritrovarsi il locale o la casa saccheggiata hanno inviato una raccolta di firme – cento, in tutto – al prefetto Leopoldo Falco.

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI TRAPANI DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X