stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Rifiutò di ricevere una denuncia", rinviato a giudizio ex comandante dei vigili di Erice
IL CASO

"Rifiutò di ricevere una denuncia", rinviato a giudizio ex comandante dei vigili di Erice

La querela era stata predisposta dal segretario del Pae Enrico Rizzi. Il processo inizierà il 23 febbraio

ERICE. Nel giugno dello scorso anno si sarebbe rifiutato di ricevere una denuncia per presunti maltrattamenti di animali presentata dall’animalista Enrico Rizzi. Il vicecomandante della Polizia municipale di Erice, Giacomo Ippolito, è stato rinviato a giudizio, con l'accusa di rifiuto di atti d'ufficio, dal giudice dell’udienza preliminare Lucia Fontana. L’inizio del processo a suo carico è stato fissato per il 23 febbraio del prossimo anno davanti al Tribunale collegiale di Trapani.

All’epoca comandante della Polizia municipale di Erice, Ippolito, secondo la denuncia che è stata fatta a suo carico, si sarebbe rifiutato di eseguire un atto del proprio ufficio, che avrebbe invece dovuto essere compiuto senza ritardo e cioè la redazione di verbale o di attestazione di presentazione di querela, già predisposta, che il capo della segreteria del Partito Animalista Europeo, Enrico Rizzi, avrebbe voluto presentare agli uffici del Corpo.

Nell’ambito dell’udienza preliminare, Ippolito ha reso dichiarazioni spontanee, producendo anche una serie di documenti attraverso il suo difensore avvocato Nino Sugamele, tendenti a dimostrare che quel giorno sarebbe stato impegnato in una serie di adempimenti che avrebbe potuto svolgere solo lui e, prioritariamente, ad organizzare i servizi d'ordine per l'imminente arrivo ad Erice, che gli era stato comunicato dalla Questura, di un ministro delle Maldive.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X