L'INIZIATIVA

Castellammare, adozioni contro il randagismo

di
«I nostri concittadini sostengono il nostro operato regalandoci cibo e offerte che ci permettono di comprare farmaci»

CASTELLAMMARE. Stracciatella è in Olanda, Cirni in Belgio e Bianca sta per partire per la Francia: sono alcuni dei randagi adottati grazie all'associazione di volontariato "Qua la zampa". Stracciatella girogava spesso alla spiaggia Plaja e di lui si è innamorato uan famiglia Olandese che lo ha portato con se, Cirni, il cirneco dell'Etna che si era stabilito in contrada Bocca della Carrubba, invece si è stabilito in Belgio, mentre Bianca, che si trovava spesso nella zona del porto, dopo essere stata curata dalla rogna, è in partenza per la Francia.

Francesca Adragna, segretaria dell'associazione "Qua la zampa", presieduta da Paolo Scavotto, afferma che in totale sono circa venti i cani randagi che l'associazione è riuscita a far adottare dopo sterilizzazione e microchip. "I nostri concittadini sostengono il nostro operato regalandoci cibo per cani e con qualche offerta che ci permette di comprare farmaci e di fare qualche sterilizzazione -dice Francesca Adragna-. Siamo molto soddisfatti soprattutto per il sostegno che abbiamo riscontrato, perchè il problema del randagismo tocca il cuore di molti castellammaresi. Voglio anche fare un un appello: per alcuni mesi ci siamo occupati di alcuni cuccioli che sono stati da noi sfamati, vaccinati e curati, sempre grazie all'aiuto delle donazioni".

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X