stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cantieri sociali, ecco i fondi per i primi 4 a Mazara
LAVORO

Cantieri sociali, ecco i fondi per i primi 4 a Mazara

Saranno intanto impegnati per un periodo di tre mesi ottanta lavoratori. L’avvio dopo l’approvazione del bilancio

MAZARA DEL VALLO. Finanziati dalla Regione i primi "cantieri sociali" per Marsala. Sono soltanto quattro degli undici per i quali il Comune aveva presentato progetti e richiesta di finanziamento per un ammontare di 930 mila euro.

Il finanziamento è stato disposto dall'Assessorato regionale alla Famiglia, delle Politiche sociali e del lavoro, a firma del dirigente generale Corsello. Sono, in particolare: "Pulizia e manutenzione delle zone periferiche della città": 69.900,26 euro; "Pulizia e manutenzione del centro cittadino": 63.789,91 euro; "Pulizia e manutenzione dei Parchi e delle zone archeologiche":62.599,70 euro e"Pulizia e abbellimento delle piazze e delle vie afferenti: vigilanza in orario anti-post-serale e festivo": 57.597,37 euro. Questi quattro cantieri finanziati sono per un trimestre (da quando prenderanno il via), con la possibilità di essere rifinanziati, successivamente, per un secondo trimestre.

"In un periodo di grave crisi economica e occupazionale i cantieri di servizio - tiene a precisare il Commissario straordinario Giovanni Bologna - ci consentono di dare una piccola ma significativa boccata di ossigeno al nostro territorio. E' questa la ragione per la quale saluto con soddisfazione il finanziamento dei quattro cantieri per un importo complessico di 270 mila euro che, oltre al risvolto lavorativo, consentiranno anche di sistemare, abbellire e dare maggiore decoro al territorio".

Naturalmente il ridotto numero dei cantieri finanziati lascia l'amaro in bocca ai tanti disoccupati marsalesi e rimangono fuori quei progetti "innovativi" che prevedevano non la tradizionale pulizia e manutenzione di strade e piazze, ma servizi di vigilanza nelle aree pubbliche a verde, nelle strutture museali, nell'assistenza ad anziani e disabili che costituivano di certo "il nuovo corso" dei "cantieri sociali". Ben vengano i quattro cantieri ma c'è da augurarsi che nell'immediato futuro possano essere finanziati anche gli altri i cui progetti, curati dal dirigente del settore Servizi Sociali Aldo Scialabba e dall'ex dirigente del settore Lavori Pubblici Luigi Palmeri, sono stati presentati alla Regione. I quattro cantieri finanziati potranno impegnare complessivamente 80 lavoratori (20 per ogni cantiere), contro i 220 che erano previsti per gli 11 cantieri presentati alla Regione e per i quali a presentare domanda di assunzione sono stati in 1.152; di questi solo 846 sono stati ammessi e inseriti in graduatoria, mentre 306 sono stati esclusi. Le graduatorie sono suddivise in cinque gruppi. Quello più numeroso è il "gruppo 2" che comprende soggetti dai 37 ai 50 anni. Qui sono in graduatoria 347; a seguire il "gruppo 1" che comprende aspiranti dai 18 ai 36 anni: 275; segue il "gruppo 3" degli ultra cinquantenni che sono 199; 21 invece gli aspiranti del "gruppo 5" soggetti portatori di handicap ed infine il "gruppo 4" immigrati che sono soltanto 4. Per l'inizio dei "cantieri sociali" si dovrà comunque attendere l'approvazione del bilancio da parte del Consiglio comunale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X