Allevamenti, Regione Sicilia studia misure contro il morbo della lingua blu

Trapani, Cronaca, Salute

PALERMO. Studiare soluzioni urgenti e lavorare per reperire i fondi in sede di variazioni di bilancio allo scopo di venire incontro agli allevatori delle province di Trapani, Palermo e Messina, colpiti dalla blue tongue, il morbo della lingua blu. E' stato l'argomento al centro dell'incontro tenuto stamani nei locali del dipartimento regionale ispettorato sanitario ed osservatorio Epidemiologico. Lo rende noto il deputato di Articolo 4 Paolo Ruggirello. All'incontro hanno preso parte l'Assessore regionale per le risorse agricole ed alimentari Dario Cartabellotta, il dirigente generale Ignazio Tozzo, il responsabile dei veterinari regionali Pietro Sghembi e lo stesso Paolo Ruggirello.

Il morbo della lingua blu, malattia infettiva dei ruminanti, sta mettendo in difficoltà gli allevamenti sia perché causa l'abbattimento degli animali infetti, sia perché paralizza la produzione. "Gli allevatori mostrano grande senso di responsabilità collaborando con i veterinari e con la Regione
per contenere opportunamente la malattia - dice Ruggirello -. E' evidente che non vanno lasciati soli. Dobbiamo trovare subito i fondi per sostenerli ripianando le perdite. La situazione è particolarmente complessa nella provincia di Trapani dove sono circa 2000 i capi infettati dalla malattia. La sicurezza alimentare che viene garantita dall'atteggiamento responsabile degli allevatori non può essere, per loro, causa di danno economico".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X