stampa
Dimensione testo

Mazara, pagata l'ammenda: marittimi scarcerati

Liberi i pescatori del Daniela L. e Giulia Pg, sequestrati domenica scorsa da miliziani libici. Decisivo l'intervento del console italiano Guido De Santis, che ha depositato una somma pari a 8400 euro

MAZARA. «Sono stati scarcerati nel primo pomeriggio di oggi dodici dei quattordici marittimi imbarcati nei pescherecci mazaresi 'Daniela L.' e 'Giulia PG' sequestrati domenica scorsa da miliziani libici». Lo ha reso noto Giovanni Tumbiolo, presidente del Distretto produttivo per la pesca 'Cosvap' di Mazara del Vallo. I marittimi erano stati condotti in carcere al loro arrivo al porto di Bengasi. Sui natanti erano stati lasciati soltanto i due direttori di macchina. La scarcerazione è avvenuta dopo il pagamento, effettuato dal console italiano Guido De Santis, di una ammenda di 14 mila dinari pari a circa 8.400 euro.  «Sono grato al console De Santis - ha concluso Tumbiolo - per avere portato a buon fine una difficile azione diplomatica che ha svolto con molta determinazione».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X