stampa
Dimensione testo

Mazara, con la moto contro un palo: muore a 18 anni

La vittima è Giovanni Giacalone, frequentava l’istituto industriale. Lo schianto domenica notte: aveva appena lasciato la ragazza a casa
Trapani, Cronaca

MAZARA DEL VALLO. Ancora sangue sull'asfalto delle strade mazaresi. È di un morto il bilancio di un tragico incidente stradale che si è verificato domenica notte, poco prima delle 3, in contrada Gian Greco. A perdere la vita è stato Giovanni Giacalone, 18 anni, mazarese che frequentava l'ultimo anno dell'istituto tecnico industriale Ruggiero D'Altavilla. Secondo le indagini della polizia non ci sarebbero altri veicoli coinvolti nell'incidente.
Per tutta la giornata di ieri, la sala mortuaria dell'ospedale «Paolo Borsellino» di Marsala, dove è stato condotto il ragazzo, è stato un continuo via vai di amici e parenti. Tanto il dolore di coloro che lo hanno conosciuto.
Giovanni era molto conosciuto tra i giovani della sua età. Quando è avvenuto l'incidente, il ragazzo viaggiava da solo a bordo di uno scooter Scarabeo. Le cause dell’incidente sono ancora in fase di accertamento da parte della Polizia di Stato del locale commissariato intervenuta sul posto.
Due potrebbero essere le ipotesi che hanno potuto causare il decesso del diciottenne: potrebbe essere stato travolto improvvisamente da un'auto pirata che lo ha lasciato morire senza prestare soccorso; la seconda ipotesi invece potrebbe essere che il ragazzo si sia andato a schiantare da solo contro un palo a causa di un malore o per l'alta velocità.
Gli inquirenti sono già a lavoro per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente. Il ragazzo stava ritornando a casa dopo una serata trascorsa con i suoi amici e la sua ragazza Giovanna. L'incidente è avvenuto a pochi metri dalla sua abitazione. Gli operatori del 118 dell'ospedale Abele Ajello di Mazara, quando sono arrivati sul posto, hanno trovato il ragazzo a terra in fin di vita vicino al suo scooter.
È stato subito soccorso e trasportato all'ospedale di Marsala dove dopo pochi minuti è deceduto in seguito alle gravissime ferite da politrauma. Inutili i soccorsi. Quando sono arrivati i soccorritori il ragazzo giaceva a terra, in condizioni disperate. I sanitari hanno cercato in tutti i modi di rianimarlo ma non c'è stato nulla da fare. Il suo cuore ha cessato di battere. Giovanni indossava il casco, ma purtroppo in questo caso non è bastato a salvargli la vita. Aveva compiuto 18 anni lo scorso 30 luglio. Straziante il dolore dei genitori, svegliati in piene notte, per apprendere la notizia più terribile che un genitore possa sentire: quella della perdita di un figlio. Secondo quanto appreso da alcuni ragazzi che conoscevano Giovanni, il giovane aveva una passione per le motociclette. La salma di Giovanni è stata ricomposta presso la camera mortuaria dell'ospedale di Marsala, messa a disposizione dell'autorità giudiziaria. Ancora da stabilire il giorno e l'ora in cui si svolgeranno i funerali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X