stampa
Dimensione testo
SERIE B

Trapani, Rubino si presenta: "Entro 48 ore il nuovo allenatore"

di

“Ripartiremo dalla spina dorsale del campionato da poco concluso con la promozione in serie B”: queste le parole più significative di Raffaele Rubino, neo direttore sportivo del Trapani calcio, nel corso della sua presentazione alla stampa da parte del presidente Giorgio Heller e dell’amministratore delegato Lorenzo Petroni.

È apparso emozionato il diesse, tornato alla casa madre “come se fosse il primo giorno per un ruolo che mi dà tante responsabilità”. “Ringrazio chi ci ha dato una mano l’anno scorso e naturalmente i tifosi. Questa squadra mi ha regalato emozioni grandissime. È stata fondamentale la scelta degli uomini prima che dei calciatori. Non avremmo ottenuto  questo risultato. Arrivare a giocarsi una finale play off senza percepire stipendi è assurdo, la sconfitta era scontata, invece è accaduto quello che tutti sappiamo”.

Il diesse ha tenuto a precisare che “il campionato di serie B rappresenta qualcosa di difficile. Ho notato che la società è ben strutturata in tutti i reparti e si può far bene”.

Il discorso è subito caduto sulla scelta del nuovo allenatore sul cui nome Rubino ha indicato che sarà annunciato entro 48 ore “la scelta sarà effettuata in base al progetto della società. In ogni caso sono alla ricerca di un tecnico che abbia un minimo di esperienza e grande personalità. L’identità deve rimanere quella dello scorso anno. Vogliamo qualcuno che soprattutto abbia tanta fame”.

Sui giocatori ha fatto intendere senza mezzi termini che i dieci che sono di proprietà rimarranno a Trapani e che “nonostante le pressanti richieste che hanno, dovranno vedersela con me. Io sono il direttore sportivo e con questa mansione cercherò, peraltro, di riportare pure in questa città chi non è legato a noi da contratto e ha fatto tanto per contribuire alla promozione. Cito tra diversi nomi quello del centrocampista Costa Ferreira (di proprietà del Lecce ndr.) e del portiere Dini (del Parma ndr). La squadra sarà una miscela fra calciatori esperti e giovani già affermati”.

Rubino ha dichiarato che “la difesa è il reparto che sarà rinforzato maggiormente puntando sull’esperienza di Luca Pagliarulo che sarà un punto di riferimento. Riguardo al settore offensivo si è soffermato su Nzola che è di proprietà del Trapani e Golfo rientrato al Parma. “Ho stima di Nzola però devo parlargli per capire cosa ha intenzione di fare. Interessa a molte società. Ha tante potenzialità. Vorrei tenerlo. Golfo è un calciatore interessante, sono al lavoro anche con lui”.

Poi ha indicato che dal 20 luglio comincerà il ritiro con 10 giorni in Trentino a San Lorenzo d’Orsino (Trento) e altri 10 a Spiazzo. Infine il suo pensiero sulla brutta avventura che causò il suo allontanamento “vorrei dire tante cose, non ci sono parole per indicare ciò che è stato fatto nei miei confronti. Preferisco stare zitto”.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X