DELUSIONE

Marsala, i tifosi sulla "questione stadio": "Tante promesse non mantenute"

di
caldio, marsala, stadio, Trapani, Calcio

Sulla delicata “questione stadio”, andata ormai in archivio la stagione 2018/19, escono allo scoperto e… attaccano duro i tifosi del Marsala Calcio. E così, mentre a livello societario si è appena definito nello studio del notaio Pizzo il passaggio della maggioranza delle quote societarie dalle mani del socio “traghettatore” Enzo Russo (che le ha ricevute dall'avvocato Giuseppe Milazzo, dal dottore Nino Lo Presti e da Francesco Pugliese, quest'ultimo in rappresentanza del cognato ed ex allenatore della squadra Ignazio Chianetta, ndr) a quelle dell'imprenditore palermitano Domenico Cottone, tiene banco in queste ore un comunicato stampa dei tifosi.

A diffonderlo gli “ultras” azzurri appartenenti ai due gruppi “Capo Boeo” e “Nucleo Ribelle”, i quali, oltre ad esprimere qualche preoccupazione legata alla formazione maggiore (“per il tempo che si sta perdendo prima di cominciare a lavorare per allestire la squadra”), mettono il dito sulla piaga per le attuali condizioni del manto erboso del Nino Lombardo Angotta e “per tutte le promesse ad oggi non mantenute”.

Si legge testualmente nel documento: “La nostra passione non va in vacanza. Mancano meno di tre mesi all'inizio del campionato e, purtroppo, ci ritroviamo ad affrontare per filo e per segno le questioni della stagione appena conclusa. Tutto ciò non ci piace affatto. Il primo aspetto è quello legato allo stadio. Sebbene si sia riusciti ad aver l'apertura della gradinata soltanto in occasione dell'ultima partita casalinga, ovvero la semifinale play-off contro il Portici, ad oggi constatiamo con rammarico che i lavori di sistemazione e sostituzione del fondo campo dello stadio non sono stati avviati. Questo ritardo è gravissimo (…). Ci sentiamo presi in giro -prosegue la nota - alla luce delle promesse non mantenute circa finanziamenti e inizio lavori. Chiediamo un incontro alla presenza della stampa con l'amministrazione comunale per aver chiarezza sull'avvio dei lavori”.

Altra questione affrontata dai tifosi quella legata alla squadra. “Ci siamo stufati - scrivono - di quote e questioni societarie. Già diverse società hanno iniziato a muoversi per allestire una rosa competitiva; mentre qui diversi giocatori non sono stati nemmeno contattati per la riconferma. Giocatori su cui la tifoseria ha riposto grande fiducia. Fiducia ampiamente ripagata durante tutto l'anno. Gente come Candiano, Corsino, Sekkoum e Manfrè sono l'anima della squadra e vanno confermati perché hanno onorato la maglia del Marsala. La tifoseria non è disposta ad aspettare ancora nel silenzio (…). Ora come non mai, occorre impegno, serietà e rispetto!”

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X