stampa
Dimensione testo
COPPA ITALIA

La vendetta del Trapani, così ha eliminato la Ternana

di
coppa italia, ternana trapani, Trapani, Calcio
Jacopo Murano (foto Savalli)

TRAPANI. Il Trapani fa sul serio e piazza il colpo vincente sul terreno della Ternana grazie alla già premiata ditta Ferretti-Murano. Per i granata un successo per  0-1 che, oltre al passaggio al terzo turno di Coppa Italia Tim, ha anche il sapore di una vendetta nei confronti di una formazione che fino all’ultimo è stata concorrente diretta per la salvezza nello scorso campionato.

I granata dopo il 6-0 inflitto alla Paganese, sette giorni orsono al Provinciale, si sono presentati abbastanza pimpanti contro la formazione umbra. Un Trapani che è partito a razzo. Al 23’ è Murano ad essere anticipato dal portiere Plizzari, ex Milan. Sono i granata ad andare ancora vicini alla marcatura con Ferretti, il quale tutto solo davanti a Plizzari si fa intuire la propria conclusione in diagonale. Un vero e proprio miracolo del portiere ternano.

Lo stesso guardiapali deve fare i conti pure 42’ su una punizione di Taugourdeau e poi anticipa Maracchi. E’ un Trapani indiavolato, alla ricerca del successo. Il primi 45 minuti di gioco si chiudono sul risultato ad occhiali con la squadra di Calori a mordersi i denti per le ghiottissime occasioni. Nella ripresa il Trapani inserisce Reginaldo in sostituzione di Canotto. Il nuovo entrato crea subito scompiglio nella difesa rossoverde, tra il 27’ e il 28’ con due conclusioni che vanno fuori di poco.

Il Trapani trova la meritata marcatura all’80’ ad opera di Murano che riesce a sfuggire ad una tattica del contropiede interpretata male dai difensori di casa e si presenta lesto a far passare in vantaggio la compagine granata. La Ternana cerca il pareggio e mette dentro il trapanese Montalto ma contro i granata diventa tutto sempre più difficile fino allo scadere. Ed è passaggio del turno per il gruppo di Calori con prossimo avversario il Torino.

In città si stava svolgendo la processione di S. Alberto e qualcuno dice che i granata siano passati in vantaggio mentre il Santo Patrono stava per essere collocato nella Cattedrale S. Lorenzo. Sicuramente una pura coincidenza ma un simpatico episodio che è stato definito dai tifosi più sfegatati come un miracolo. Note positive per la formazione di Calori che sta svolgendo un ottimo lavoro. E ancora la rosa non è al completo. Pare che la gara a Torino dovrebbe giocarsi venerdì 11. Sarà un test importantissimo ma anche un grande onore per una formazione che è stata allestita per disputare un campionato di serie C.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X