stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Trapani, Cosmi: "Bella sensazione cominciare il lavoro dall'inizio"
SERIE B

Trapani, Cosmi: "Bella sensazione cominciare il lavoro dall'inizio"

«Il mercato? È difficile per le grandi, quindi figuriamoci per il Trapani che è una piccola della serie B che però ha l'idea di poter salvaguardare la categoria e quello rimane il vero obiettivo», le parole di Cosmi

TRAPANI. «La soddisfazione personale di cominciare il lavoro dall'inizio è molto importante perchè negli ultimi anni non mi era capitato spesso, forse solo a Siena e a Brescia. Il dover subentrare alle volte ha dei vantaggio ma altre volte forse ha più svantaggi. Il partire dall'inizio, cercando di creare qualcosa per il futuro, ovvero il campionato, già è di per sè una bella sensazione». Arrivato a stagione in corso al posto di Boscaglia, Serse Cosmi ha condotto il Trapani alla salvezza e ora ha la possibilità di preparare il prossimo campionato di B già dalla preparazione estiva. «Il mercato? È difficile per le grandi, quindi figuriamoci per il Trapani che è una piccola della serie B che però ha l'idea di poter salvaguardare la categoria e quello rimane il vero obiettivo», le parole di Cosmi, ospite dello stand Ortigni all'interno di Pitti Immagine alla Fortezza da Basso di Firenze.

«Sono arrivati ufficialmente due acquisti: Raffaello dalla Lupa Roma e Montalto dal Martina Franca, e da questi due nomi si capisce che mercato farà il Trapani, ovvero giocatori di categorie inferiori che magari cercheranno di trovare spazio anche in serie B, seguendo la scia di un Mancosu che ha fatto bene da noi e poi è andato al Bologna». Da Cosmi anche un messaggio ai tifosi del club granata. «Li ringrazio perchè la partecipazione che hanno i tifosi del Trapani è sui generis - ammette - Hanno una grande civiltà, un grande amore per la loro squadra, e di grande correttezza nei confronti dei giocatori,  dell'allenatore e di un presidente che i tifosi stessi adorano». «Continuare su questo passo sarebbe una cosa straordinaria, vorrei che la squadra vivesse in linea con i valori di una tifoseria che chiede semplicemente quello che gli altri ti chiedono, ma lo fanno in maniera diversa. Loro lo fanno con grande civiltà e dignità e questo è di buon auspicio perchè poi i calciatori queste sensazioni le avvertono».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X