stampa
Dimensione testo

Marsala cuore del Mediterraneo: tour operator da Danimarca e Polonia

Dopo i quindici tour-operator che hanno soggiornato in città dal 4 al 9 novembre, altri due "operator" esteri sono arrivati per cogliere le peculiarità artistiche, culturali, paesaggistiche ed enogastronomiche
Trapani, Archivio

MARSALA. Un nuovo passo avanti per fare di Marsala una "destinazione turistica" che, con la partecipazione degli operatori alberghieri, della ristorazione e dei servizi, permetta di crescere assieme e sviluppare strategie del territorio.

Dopo i quindici tour-operator che hanno soggiornato in città dal 4 al 9 novembre, altri due "operator" esteri sono stati a Marsala per verificare le condizioni ospitali della città e coglierne le peculiarità artistiche, culturali, paesaggistiche ed enogastronomiche da proporre ai loro connazionali. Ai quindici provenienti da Norvegia, Svezia, Danimarca, Russia e Lettonia, si sono ora aggiunti altri due operatori turistici provenienti da Danimarca e Polonia. Sono Henrik Christiansen, titolare del gruppo DTF, composto da DTF Travel, Best Travel e Sembo Tour, e Andrej Grelak, titolare di Greland Tour. Così come i loro precedenti quindici colleghi hanno avuto modo di conoscere il territorio, avere un contatto diretto con gli elementi paesaggistici e culturali del versante occidentale della Sicilia a loro sconosciuto.

A coinvolgerli nel progetto "Marsala cuore del Mediterraneo" dell'Amministrazione attraverso l'assessore Patrizia Montalto, d'intesa con Bice Marino della Pro Loco e Rosalba Magliani direttrice del portale www.marsalaturismo.com, Laurent Samou, general manager della H.T.M. Aviation, Compagnia aerea che si occupa di voli charter. "Quando Laurent Samou ci ha proposto un tour in Sicilia - dicono Christiansen e Grelak - abbiamo pensato a Taormina. Non avevamo mai valutato di proporre ai nostri clienti questo versante e Marsala; ed è stata una piacevole sorpresa, una completa località dove trascorrere le vacanze che più si desiderano".

I due operatori turistici stranieri nei due giorni di permanenza in città hanno girato in lungo e in largo il centro storico e gli altri luoghi che caratterizzano l'offerta turistica. Anche in questo caso, così come nel precedente week-end, fondamentale è risultata la collaborazione degli operatori locali. Hanno apprezzato piatti tipici e vini, visitato il B&B del Baglio Cudia e l'agriturismo "Le Arcate", le "Torri" delle cantine Pellegrino,la Maison "Russurisira" e l'Antico Mercato.

"Un grazie ai titolari di queste strutture - dice l'assessore Montalto - che hanno offerto la loro collaborazione nell'iniziativa". Quindi un incontro con i titolari delle ricettività locali, ristoratori, agenzie di viaggio autonoleggiatori, aziende vinicole e servizi turistici in genere. Prossima tappa la costituzione di un Organismo di promozione turistica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X