stampa
Dimensione testo

Mancano i certificati antincendio La "Pertini" trasloca in via Terenzio

Situazione allarmante in alcuni edifici scolastici della città. Alla Verga pericolo di crolli dall’edificio adiacente
Trapani, Archivio

TRAPANI. Scuole con banchi ammassati nel sottoscala, altre con infiltrazioni d'acqua nell'aula magna ed anche un plesso senza certificato antincendio. I sopralluoghi della seconda commissione consiliare Lavori Pubblici, presieduta da Francesco Salone (Pdl), stanno mettendo a nudo la precaria situazione delle scuole comunali del capoluogo. La situazione peggiore alla scuola «Pertini» di via Valderice.

Cinque classi, in tutto 104 bambini, vengono ospitati in un immobile, per cui il Comune paga un regolare affitto, «che non ha il certificato antincendio - spiega Francesco Salone il quale venerdì ha effettuato un sopralluogo insieme ai componenti della commissione: Pietro Cafarelli (Movimento Popolare Siciliano), Silvestro Mangano (I Riformisti), Giovanni Vassallo (Pdl), Franco Briale (I Riformisti) e Tiziana Carpitella (Grande Trapani) -. Inoltre, nel plesso c'è soltanto una scala, e per di più stretta, tanto che ci sono anche problemi in caso di evacuazione».

Il dirigente scolastico ha comunicato il tutto al Comune ed adesso attende notizie sul da farsi. Intanto ha assicurato ai componenti della commissione che, a breve, farà traslocare le cinque classi nel plesso di via Terenzio dove, peraltro, sono presenti cinque aule grandi ed ormai libere. Una scelta che, pertanto, va incontro alla sicurezza dei ragazzi, dei docenti e del personale Ata e che, inoltre, permetterebbe al Comune anche di risparmiare sull'affitto.

Sempre alla scuola «Pertini», ma al plesso «Erodoto», non è utilizzabile l'aula magna. E questo in quanto è presente «una grande infiltrazione d'acqua dal tetto - continua Salone - a tal punto che il dirigente scolastico ha deciso di dichiararne l'inagibilità. Siamo arrivati sul posto insieme ad un tecnico del Comune, il quale ha assicurato che si attiverà immediatamente per far effettuare i lavori». In totale, per il momento, la seconda commissione consiliare ha visitato quattro plessi scolastici. Il primo è stato il «Giovanni Verga» di via Libertà, nel centro storico.

«In questo istituto - conclude Salone - di sopralluoghi ne abbiamo effettuati due e nel secondo era presente, insieme a noi, anche l'architetto Andrea Asta della Protezione civile. Dall'edificio adiacente, appartenente alla chiesa, abbiamo riscontrato che cadevano dei calcinacci ed abbiamo chiesto immediatamente che vengano effettuati i lavori. Inoltre, c'erano anche dei rifiuti ingombranti mai ritirati. Si trattava di sedie e di banchi, ormai usurati dal tempo, tutti ammassati nel sottoscala, con rischi per i bambini che frequentano la scuola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X