stampa
Dimensione testo

Marsala, si torna a parcheggiare Revocata ordinanza a piazza Mameli

Il 10 settembre era stato istituito il divieto di sosta ritenendo le auto «intralcio alla promozione turistica»
Trapani, Archivio

MARSALA. Piazza Mameli, la piazza sulla quale si affaccia la storica "Porta Garibaldi" che immette nel centro storico marsalese, torna ad essere fruibile per la sosta delle auto. Il sindaco Giulia Adamo ha infatti fatto "marcia indietro" revocando l'ordinanza con la quale il 10 settembre scorso aveva istituito il divieto di sosta ritenendo le auto "intralcio alla promozione turistica e all'aggregazione sociale". Per tale ragione aveva disposto soltanto il parcheggio consentito in pochi stalli riservati ai disabili e a quanti dovevano acquistare farmaci. Il provvedimento di divieto di sosta nella suggestiva Piazza Mameli aveva suscitato non poche contestazioni anche se aveva, come sempre in questi casi, diviso i marsalesi tra "favorevoli" e "contrari". I primi d'accordo con il sindaco Giulia Adamo che ritenendo la piazza "suggestiva e caratteristica" aveva deciso di precluderla alla sosta delle auto per lasciarla libera alla fruizione dei turisti e all'aggregazione sociale" essendo "uno degli angoli più fotografati della città"; i secondi, che hanno avuto nel presidente dell'Associazione "La Nuova Tutela del Cittadino" Angelo Di Girolamo, sostenitori del concetto che la Piazza sia l'ingresso principale al centro storico. Da Piazza Mameli si accede al mercato ittico al minuto, alle principali vie del centro ed è sede di diverse attività commerciali che rischiavano di andare in crisi con il provvedimento in questione. E, non senza una certa sorpresa, dopo 22 giorni il sindaco ci ripensa e revoca l'ordinanza del divieto di sosta delle auto nella Piazza. Qui infatti, mantenendo le deroghe per i disabili e per quanti devono acquistare farmaci, ha disposto la creazione di quattro stalli delimitati da strisce bianche (ossia sosta non a pagamento come era invece per le strisce blu) ma con sosta che, dalle 8 alle 20, non può durare più di mezzora, con disco orario bene in vista. La nuova ordinanza spiega che "la piazza è adiacente al centro della città in cui hanno sede numerosi esercizi commerciali e di somministrazione nonché la casa comunale". Tutte cose che si sapevano anche al momento della firma dell'ordinanza del 10 settembre scorso. La revoca di questa ordinanza è stata salutata con soddisfazione dal presidente de "La Nuova Difesa del Cittadino", Angelo Di Girolamo che aveva guidato la massa dei "contrari". Questi si chiede ora se le multe elevate dai vigili urbani dal 12 settembre al 2 ottobre, data dell'ordinanza di revoca, verranno annullate. "Se così non fosse - dice Di Girolamo - vuol dire che il Comune aveva proprio bisogno di "far cassa" per emettere quell'ordinanza di sosta in piazza Mameli".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X