DAL GDS IN EDICOLA

A Castelvetrano una fattoria per il figlio morto: ora diventa presepe vivente

Un villaggio di Betlemme dedicato al figlio scomparso a soli quattordici anni per un brutto male. Questo il "regalo" di un padre, Filippo Carimi, che ha trasformato un terreno in una fattoria con cavalli, pecore, bue, asinello, galline, maiali e anche un cammello Saddam.

Così facendo ha realizzato il sogno del figlio, che in punta di morte "mi chiese espressamente di dedicare tutta la mia vita agli animali", ha raccontato Filippo. La fattoria, dall'8 dicembre al 6 gennaio, diventerà un presepe vivente, con 60 attori e figuranti, guidati dal regista Giacomo Bonagiuso.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X