TRIBUNALE

Alcamo, omicidio colposo: tre condannati

di

ALCAMO. Avrebbero abbandonato, pur avendolo deposto su una barella della sala d' aspetto del Pronto soccorso dell' ospedale San Vito e Santo Spirito di Alcamo, un loro coetaneo in overdose. Il giovane, Salvatore Chiappara, 22 anni, di Castellammare, da lì a poco morì.

Per omicidio colposo, il giudice monocratico di Trapani, Piero Grillo, ha inflitto un anno di reclusione ciascuno a Luigi Cesarini, 25 anni, Giuseppe Palmeri, 25 anni, e Fabio Riggi, 28 anni, assolvendo, invece, "per non avere commesso il fatto" Francesco Bambina, 29 anni. Anche se hanno avuto concessa la sospensione condizionale della pena (per quanto subordinata, al passaggio in giudicato, a 6 mesi di attività lavorativa non retribuita), Cesarini, Palmeri e Riggi sono stati condannati a risarcire, complessivamente per circa un milione di euro, i familiari del giovane deceduto, che si erano costituiti parte civile assistiti dagli avvocati Gaetano Vivona ed Antonino Vallone. Il fatto risale al 6 marzo del 2009.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook