stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Rifiuti dei pescherecci, a Trapani nasce una moderna isola ecologica

Rifiuti dei pescherecci, a Trapani nasce una moderna isola ecologica

Il porto peschereccio di Trapani si allinea agi altri porti della penisola in materia di rifiuti speciali e pericolosi. A disposizione della flotta peschereccia del capoluogo arriva una moderna isola ecologica mobile ed intelligente. Si tratta di una opportunità attesa da tempo e già operativa in altri porti italiani. È stata messa a disposizione dal concessionario Soluzioni e Servizi Ambientali srl.

L’isola è informatizzata per la registrazione e validazione del conferimento e troverà ubicazione nell’area del sedime portuale, già delimitata dall’Autorità portuale e ad accesso controllato, a pochi passi dalla banchina di piazza scalo d’alaggio, principale approdo della flotta peschereccia trapanese.

Gli utenti, preventivamente registrati ed in convenzione con il concessionario potranno conferire tutte le tipologie di rifiuti tipicamente prodotte dalle imbarcazioni da pesca. Si potranno conferire: filtri di olio e dell’aria dei motori di bordo; batterie; oli esausti, acque di sentina, plastica, cime di ormeggio, ferro, reti da pesca usate, stracci e stoppe, imballaggi contaminati. In pratica tutti i rifiuti che vengono prodotti dalle imbarcazioni da pesca professionali. Inoltre i pescherecci possono conferire anche i rifiuti che accidentalmente incappano nelle reti da pesca, in prevalenza plastiche.

L’accesso all’isola ecologica è consentito solo a quanti saranno in possesso dell’apposito badge rilasciato dalla Autorità portuale. La quantità di rifiuti conferita verrà scalata dal quantitativo medio annuo concordato con il concessionario.

L’isola ecologica è stata prodotta dalla ditta marsalese IM&A Ecology. Tutti i dati raccolti sui diversi conferimenti vengono scaricati ed elaborati in tempo reale su un server che consente in ogni momento di restituire le statistiche di conferimento, della qualità e quantità di rifiuti prodotti da ogni peschereccio e dalla flotta nel suo complesso.

Nel video le interviste a Guido Ruggeri; ingegnere progettista Im&A Ecology; Salvatore Braschi, presidente della cooperativa di pesca San Giuseppe.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X