stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Arti marziali miste, da Trapani a Milano alla ricerca della consacrazione
DANILO BELLUARDO

Arti marziali miste, da Trapani a Milano alla ricerca della consacrazione

di
Arti marziali miste, Danilo Belluardo, Trapani, Sport
Danilo Belluardo

È in cerca della consacrazione Danilo Belluardo, trapanese di 25 anni, partito dalla sua terra e trasferitosi a Milano. Si tratta di un altro fighter di MMA che porta in giro per il mondo i colori della Sicilia, uno dei primi a diffondere le arti marziali miste in Italia.

Il trasferimento è stato una svolta per Belluardo che, all’età di 10 anni, comincia ad allenarsi grazie al padre all’interno di un piccolo box. Poi, comincia a frequentare le prime palestre e allenarsi inizialmente a kickboxing, disputando alcuni incontri, fino a quando arriva al debutto nelle MMA.

Il lottatore siciliano, dopo il suo esordio da pro nelle mixed martial arts, ha collezionato sei vittorie consecutive. “All’inizio combattevo per organizzazioni sconosciute, in cui mi davano circa cinquanta euro senza alcuna agevolazione medica o simile". La sua prima sconfitta arriva al Bellator contro McKee, un fighter che ad oggi è uno dei migliori dell’organizzazione americana, che vanta un record di sedici vittorie e zero sconfitte.

Il fighter siciliano, dopo la sconfitta a Bellator, ha disputato altri numerosi incontri, tutti ad alto livello, fino a conquistare il titolo Venator dei pesi leggeri e dopo altre sei vittorie consecutive arriva la chiamata in UFC, nella quale esordisce nel giugno 2019.

Belluardo si toglie qualche sassolino dalla scarpa e parla dei suoi connazionali. “Non nego che hanno parlato male di me alcuni, per me è stato un punto per ripartire e – continua il 25 enne trapanese – fidatevi io tra un anno ci tornerò". Il giovane siciliano è molto determinato e continua a portare avanti il suo sogno e i suoi obiettivi.

Ogni estate Belluardo viene in Sicilia per tenere degli stage di MMA e capita che alcuni giovanissimi gli chiedano come si fa ad arrivare ai suoi livelli. “Penso che sia importante porsi degli obiettivi nella vita fin da subito, agli inizi ho avuto parecchie difficoltà, perché non è stato facile tenersi lontano dagli errori che si commettono in giovane età o ancora rinunciare ad alcune giornate di lavoro, ma ho sempre creduto nel mio sogno. Il duro lavoro e i sacrifici ripagano sempre, quindi se credete in qualcosa realizzatela".

Il combattente siciliano si allena due o tre volte al giorno: “Al momento mi alleno presso il Gloria fight center di Roma con Carlo Pedersoli Jr e Alessio Di Chirico, mi sento nella mia Sicilia quando vado lì ad allenarmi.”

Il prossimo combattimento di Danilo Belluardo sarà nel mese di marzo. Alla domanda se si sente più siciliano o milanese, il 25enne, da poco diventato papà risponde: "Mi sento siciliano, l’ho sempre detto. Nei miei match all’estero entro portando con orgoglio la bandiera della Sicilia".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X