stampa
Dimensione testo
AMMINISTRAZIONE

Gibellina, scongiurato lo scioglimento del consiglio comunale: varato il bilancio

Il consiglio comunale che ha deliberato con sette voti a favore e sei contrari proseguirà il mandato

GIBELLINA. Nessuno scioglimento per il Consiglio comunale. L'assemblea in un primo momento diffidata dal commissario ad acta Francesco Riela, per la mancata approvazione del bilancio consuntivo 2013 continuerà il proprio mandato. Seppur con uno scarto minimo (sette favorevoli, sei contrari), il rendiconto 2013 è stato approvato. A favore della delibera si sono espressi il presidente Messina, i consiglieri vicini al sindaco Fontana, ossia Cascio, Bongiorno e Ragona, e tre dell'opposizione, Lanfranca, Gaglio e Tarantolo. Contrari invece De Simone, Plaia, Balsamo, Milici, Capo e Calamia.

Il Consiglio si è quindi assunto la responsabilità di approvare un atto che aveva un parere "non favorevole" del revisore dei conti (Margherita Fontana), per via dell'esistenza di debiti fuori bilancio per 48mila euro, e un parere favorevole, ma condizionato, del responsabile dell'Area finanziaria dell'ente, Ignazio Di Giovanni, il quale aveva subordinato il suo placet all'impegno, che doveva prendere il Consiglio, di prevedere nel prossimo bilancio di previsione le somme per liquidare appunto i debiti da riconoscere. Duri gli interventi, in particolare di Gioacchino De Simone, Nino Lanfranca, Nino Plaia e Mimma Gaglio. Tutti hanno sottolineato il fatto che era la Giunta ad essere stata inadempiente nell'adozione del rendiconto, non l'assemblea civica. AGO

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X