stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura «Selinunte sia patrimonio dell’Umanità»
LA PETIZIONE

«Selinunte sia patrimonio dell’Umanità»

di
Iniziativa dello Yachting club, il Comune di Castelvetrano e di quello di Campobello e di varie associazioni del territorio

SELINUNTE. Al via una pubblica petizione per formalizzare la richiesta per Selinunte e le Cave di Cusa, di far parte dei beni Unesco “Patrimonio dell’Umanità”. Parte , dopo la conferenza svoltasi domenica scorsa, allo Yachting club una petizione , aperta a tutti quelli che lo volessero, sotto l’egida dell’archeologo e sovrintendente del mare Sebastiano Tusa.

«Abbiamo avviato-ha dichiarato il presidente dello Yachting club di Selinunte Ennio Brillo ,con in testa il Comune di Castelvetrano, con la condivisione del comune di Campobello di Mazara, delle varie associazioni del territorio degli esperti locali, una petizione che porterà ad una conferenza di servizio allargata a tutti coloro che sentono di dare un contributo per determinare con forza l’inserimento di Selinunte nel patrimonio dell’umanità e tra i destinatari del fondi Unesco». Alla manifestazione era presente anche il presidente del club Unesco di Castelvetrano, Nicola Miceli.«Selinunte- ha aggiunto Brillo- merita moltissimo, e anche la Regione siciliana spesso se ne dimentica.Il nostro auspicio, per una volta almeno, è quello di dimostrare che il territorio è unito. Sarà preziosa la collaborazione del professore Tusa che ha dato ampia disponibilità a lavorare sulla relazione scientifica e tecnica».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X