stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Trapani, debito non saldato: furiosa lite tra un velista francese e un imprenditore navale
POLIZIA

Trapani, debito non saldato: furiosa lite tra un velista francese e un imprenditore navale

di

Ci sarebbe un debito non saldato alla base di una lite tra un velista francese e il titolare del cantiere navale Vento di Maestrale di Trapani. Entrambi ora rischiano la denuncia. Tutto è accaduto nel tardo pomeriggio di oggi, il velista è uno che gira il mondo con la sua imbarcazione. L'intervento della polizia ha scongiurato che la situazione potesse degenerare. I due sono stati condotti in Questura.

Il francese, per due mesi, era rimasto con la sua barca a vela, nel cantiere navale, nella zona del porto peschereccio. Costo del servizio di cui ha usufruito, 700 euro. Il velista francese però alla richiesta del titolare del cantiere del compenso dovuto, si sarebbe rifiutato di pagare, sostenendo che durante la sua permanenza in cantiere le interruzioni di energia elettrica avrebbero arrecato danni ingenti al suo natante. Così era andato via senza pagare. Oggi pomeriggio però la discussione.

Dopo aver appreso che il velista aveva condotto la sua barca in un altro cantiere nautico di Trapani, il titolare di Vento di Maestrale si è precipitato sul posto per farsi dare i soldi dal suo debitore. Tra i due è scoppiata una furibonda lite nel corso della quale il francese avrebbe impugnato una pistola utilizzata per esplodere i razzi di segnalazione, minacciando il creditore che ha chiamato la polizia. Sono subito intervenuti gli agenti della Squadra volante la cui presenza ha placato gli animi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X