stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Trapani, minaccia di fare saltare la casa della madre: i vicini in strada per paura
RIONE PALME

Trapani, minaccia di fare saltare la casa della madre: i vicini in strada per paura

Gli abitanti dello stabile, allertati dal passaparola, si erano riversati in strada, temendo una possibile esplosione
droga, Trapani, Cronaca
Il rione Palme di Trapani

Ha minacciato la madre di fare saltare in aria l’appartamento e, per meglio farle capire che era veramente intenzionato a farlo, le ha spedito una foto raffigurante una bombola e accanto un accendino. Tutto questo perché per l’ennesima volta voleva soldi per soddisfare il suo bisogno di droga. Il ventenne però è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile di Trapani, intervenuti dopo essere stati allertati dalla signora.

Ora il giovane è accusato di tentata estorsione. Si trovava già agli arresti domiciliari per altri reati. Il giovane, a causa della sua dipendenza dalla droga, aveva chiesto del denaro alla madre e, alle rimostranze della donna per l’ennesima richiesta di denaro, stavolta aveva anche aggiunto la minaccia di fare esplodere l’appartamento, che si trova nel Rione Palme di Trapani, nel caso non avesse ricevuto i soldi richiesti. Per convincere la madre a fargli recapitare il denaro, il ragazzo avrebbe inoltrato la foto di una bombola di gas e di un accendino.

Nel frattempo gli abitanti dello stabile, allertati evidentemente dal passaparola, si erano riversati in strada, temendo un’eventuale esplosione. La donna, per evitare che il figlio mettesse in atto il gesto che le aveva prospettato, si è recata nell’appartamento, per assecondarlo, non prima di avere allertato però la polizia, raccontando quanto stava per accadere e chiedere aiuto. Così è stato. La donna è giunta nella palazzina del Rione Palme e, a questo punto, approfittando del suo ingresso nell’abitazione, gli agenti di polizia arrivati sul posto immediatamente si sono confusi tra i condomini impauriti ed hanno fatto irruzione in casa, bloccando il giovane. Ed è lì che hanno davvero rinvenuto la bombola del gas con un accendino appoggiato all’altezza della valvola d’uscita.

Il ventenne così è stato tratto in arresto con l’accusa di tentata estorsione ed associato presso la casa circondariale Pietro Cerulli. Il gip di Trapani, su richiesta della Procura della Repubblica, ha convalidato l’arresto e confermato la misura cautelare applicata.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X