stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Denise Pipitone, dal Pd una raccolta firme per avviare Commissione d'inchiesta
CASO IRRISOLTO

Denise Pipitone, dal Pd una raccolta firme per avviare Commissione d'inchiesta

Denise Pipitone, Trapani, Cronaca
Denise Pipitone

Denise Pipitone è scomparsa diciassette anni fa e oggi c'è chi vuole che una Commissione d’inchiesta parlamentare faccia luce su una vicenda che nelle ultime settimane è tornata al centro della cronaca. La raccolta firme è partita oggi su iniziativa della deputata Pd Alessia Morani che, si legge nel testo della proposta, vuole rimettere ordine nel materiale raccolto sulla sparizione.

«La storia di Denise Pipitone, una bambina di allora soli quattro anni, è ormai quasi simbolica, e non può più essere lasciata in balia di sensazionalismi, false piste, connivenze e opacità», scrivono i deputati dem Morani e Miceli nella relazione illustrativa, specificando poi quali saranno i compiti della commissione: ricostruire in maniera puntuale le cause e i motivi alla base della sparizione della minore Denise Pipitone; verificare ed esaminare il materiale raccolto dalle testate giornalistiche e dalle inchieste sulla sparizione; esaminare la compiutezza e l’efficacia dell’attività investigativa, anche valutando se vi siano state eventuali inadempienze o ritardi nella direzione e nello svolgimento di esse.

«Il caso della scomparsa della piccola Pipitone deve necessariamente trovare una sua soluzione e una sua verità, tanto più poichè si inserisce in un contesto che vede circa 61. 826 persone scomparse ancora da ritrovare in Italia. La maggior parte di loro, circa 45. 028, sono minori», osservano ancora gli esponenti Pd riportando nella relazione illustrativa tutte le fasi delle indagini e dei fatti rilevanti che in questi anni hanno connotato questa vicenda, che ha visto la mamma di Denise, Piera Maggio, sempre in prima linea nella ricerca della verità.

«Andrebbero, a nostro avviso, inoltre, tenute in considerazione o comunque meglio indagate le dichiarazioni del comandante della polizia giudiziaria rese durante il programma 'Ore 14', che ha denunciato un clima di minacce nonchè un’estrema difficoltà nel condurre le indagini, anche a causa della abituale frequentazione di ambienti criminali da parte della famiglia Corona», si spiega ancora per sottolineare anche il clima in cui si è svolta l’intera indagine.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X